Barbecue: quale conviene scegliere?

By | 17 Dic 2018

Il barbecue è una passione che accomuna migliaia di persone, interessate tanto al buon mangiare che alla buona compagnia. Infatti, cosa c’è di meglio di una giornata trascorsa a gustare piatti deliziosi assieme alle persone a cui vogliamo più bene? Detto ciò, quello della grigliata è anche un mondo che richiede una certa preparazione dal punto di vista sia tecnico che diciamo “culturale”: da una parte esistono decine e decine di modalità di cottura, di strumenti pensati per lavorare la materia prima e di ricette per esaltarla; dall’altra i negozi specializzati presentano tantissimi diversi modelli di camini, griglie, bracieri e chi più ne ha più ne metta. Come orientarsi dunque quando si decide di acquistare il proprio primo barbecue? Quale conviene scegliere? Quali sono gli errori da non commettere? Proviamo a scoprirlo assieme.

Ogni casa ha il suo barbecue

Iniziamo col dire che, come spiega il sito passionebbq.it, la scelta del barbecue è strettamente legata agli spazi e delle economie che abbiamo a disposizione: c’è chi ha un giardino e chi deve gioco forza optare per una griglia elettrica; di predilige una soluzione portatile per ragioni di costi e chi invece opta per costruzioni in muratura. A ciò si aggiunga che un barbecue non è necessariamente per sempre: possiamo infatti iniziare acquistando un classico prodotto “entry level”, svezzarci e poi imparare strada facendo quale è la soluzione più adatta alle nostre esigenze. Esistono quindi modelli per tutte le case e tutte le tasche, ma non dimenticate che esiste anche una soglia di prezzo al di sotto della quale è praticamente impossibile aspettarsi qualità e addirittura sicurezza (avete mai sentito parlare di vernice della griglia che si scioglie, inondando la vostra carbonella?).

Scegliere il barbecue al chiuso

Se non abbiamo un giardino o un grande balcone a disposizione dovremo necessariamente optare per una griglia elettrica ed un barbecue a gas. Prodotti che hanno tutta una serie di vantaggi dalla loro, tra cui quello di non dare particolari noie a vicini e/o parenti. Come suggerito dal nome, una griglia elettrica è un elettrodomestico che permette di grigliare i cibi senza utilizzare fuoco o carbone, ma servendosi esclusivamente di corrente elettrica. Ne esistono tantissime sul mercato e va detto che se ne trovano di tutte le potenze e dimensioni: da quelle perfette per chi si dà alla grigliata una volta ogni tot con pochi intimi, a quelle giuste per i professionisti di carne, pesce e verdure. Altra opzione il già citato barbecue a gas, che, chiariamolo subito, però produce comunque fumo: si tratta però di un fumo diverso, che può addirittura venire aromatizzato con l’aggiunta di pezzi di legno. Detto ciò i barbecue a gas hanno da una parte il limite di raggiungere tendenzialmente temperature inferiori rispetto a quelli classici, ma dall’altra il pro di essere facilissimi da utilizzare: basta infatti servirsi di una semplice manopola per alzare o abbassare la temperatura a nostro piacimento.

I vantaggi di un barbecue a carbone

Se però non avete problemi di spazio e siete disposti a spendere qualcosina in più, con ogni probabilità opterete per il classico barbecue a carbone: il must per tutti gli amanti delle pietanze grigliate. Un barbecue a carbone, oltre a raggiungere temperature superiori, dà infatti un aroma semplicemente unico ai cibi che cuoce: una vere e propria magia culinaria, resa possibile solo dai fumi della combustione e dalle gocce di grasso del cibo che cadono sul carbone ardente vaporizzandosi. A ciò si aggiunga che un barbecue a carbone è l’unico che vi permetterà di andare davvero oltre la classica cottura diretta, sperimentando ad esempio le gioie dell’affumicatura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *