Condizioni economiche delle famiglie: il nord più ricco del sud

By | 18 Apr 2017

Pur vivendo su di un territorio poco più grande di mille chilometri, quando si tratta di disuguaglianze le regioni Italiane sembrano distanti anni luce. Nonostante il progresso sia cresciuto di pari passo sia in Lombardia che in Sicilia, le distanze economiche sono ancora molto elevate. Inutile negarlo, ma il potere economico e la distribuzione della ricchezza è nettamente superiore al nord Italia, con un sostanziale impoverimento della classe media del sud.

In Italia la diseguaglianza, misurata in termini di concentrazione del reddito, è più elevata in Sicilia e più bassa nelle regioni del Nord-est. Nel confronto con i paesi dell’Ue, nella graduatoria in ordine decrescente riferita al 2015, l’indice di concentrazione colloca l’Italia al decimo posto (0,324) insieme al Regno Unito, con un valore poco più elevato di quello medio europeo (0,310). Nel 2015 in Italia l’11,5% degli individui vive in condizioni di grave deprivazione. Il nostro Paese supera di 3,4 punti percentuali la media europea attestandosi al 9° posto tra i paesi con i valori più elevati. Nel 2016 la quota di persone soddisfatte per la propria situazione economica (50,5%) risulta in aumento per il terzo anno consecutivo; a crescere sono soprattutto coloro che si dichiarano “abbastanza soddisfatti”. Il livello di soddisfazione per la situazione economica aumenta in tutte le ripartizioni ma è il Centro-Nord a registrare l’aumento più consistente sul 2015 (da 52,7% a 56,4% ).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *