Home Italia & Esteri Erogazione fondi pubblici, truffa aggravata in Irpinia, due denunce

Erogazione fondi pubblici, truffa aggravata in Irpinia, due denunce

Alcuni mesi fa, durante dei controlli effettuati dai Carabinieri della Compagnia di Sant’Angelo dei Lombardi, inerenti il settore agricolo, con la preziosa collaborazione di quelli del Nucelo Antifrodi di Salerno, i militari dell’Arma avevano avviato minuziose indagini che hanno portato alla denuncia alla Procura della Repubblica di Avellino, di due agricoltori della zona, ritenuti responsabili, in concorso, di aver falsamente dichiarato il possesso, a titolo di locazione, di alcune particelle catastali di terreni agricoli site nel comune di Teora, inducendo così in errore l’AG.E.A. (Agenzia per le erogazioni in agricoltura), e percependo indebitamente contributi erogati dall’Unione Europea, in sostegno dell’agricoltura, per un danno complessivo pari a 50.000 euro negli anni tra il 2009 e il 2014.

Tramite autocertificazioni artatamente confezionate, i due truffatori richiedevano all’AGEA di poter ricevere i contributi europei per l’agricoltura. Il settore delle erogazioni pubbliche nel campo agricolo è molto delicato, continuamente preso di mira da uno stuolo di furbetti che crede di potersi riempire le tasche in barba al contribuente. Fortunatamente i militari dell’Arma hanno un costante e fondamentale supporto da parte dei commilitoni specializzati in tale materia, appartenenti al Comando Carabinieri Politiche Agricole e Alimentari di Roma e al citato Nucleo Antifrodi (NAC) di Salerno. Purtroppo la provincia Irpina, insieme ai territori limitrofi, è soggetta a tale rischio per la vocazione fortemente agricola del territorio, caratterizzato dalla presenza di enormi terreni coltivati e centinaia di aziende agricole.