Fake news: ecco come nascono e perchè

By | 8 Nov 2017

Queste notizie sono ovunque, in tutto il web e si aggiudicano tantissimi click, influendo sulla vita sociale e personale di molte persone. Pochi sanno, che le fake news hanno origine da uno studio parascientifico, ovvero legate ad alcune associazioni statistiche. Quindi, non solo guadagno facile ma anche una base seria, che tende ad effettuare uno studio, sul comportamento e sul modo di affrontare il mondo, delle persone che leggono sul web.

Sul tema salute, le fake news dilagano in maniera allarmante, tanto da far credere – inaspettatamente – alla storia che sono le cicogne a portare i bambini. Questo discorso è stato preso in esame dal direttore scientifico dell’Upmc Institute for Health di Chianciano Terme, Ferruccio Bonino, in occasione dell’ultimo incontro del Comitato scientifico di Doctor’s Life, il canale 440 di Sky per medici e farmacisti.

Lo studio analizza come, lanciando una fake news all’interno del web, questa venga visualizzata e cliccata, molte più volte di una notizia seria e vera. E’ un inaspettato controllo psicologico, che porta la maggior parte delle persone, spinte dalla curiosità, ad andare verso l’assurdo, piuttosto che il veritiero.

La notizia, di un po’ di tempo fa, faceva credere che, in alcuni paesi dalla Gran Bretagna, il passaggio di stormi di cicogne, coincideva perfettamente con l’alzarsi del numero di nascite. Da qui, la notizia che “le cicogne portano i bambini” e la conseguenza di migliaia di click e commenti.

Questo è solo un esempio, di quante notizie false, soprattutto sulla salute, girino per il web e vengano prese in considerazione da molteplici persone.

Adesso, come sottolineato durante l’incontro, c’è internet e una divulgazione di notizie, molto più veloce. Una volta, tantissimi anni fa, le notizie false giravano ugualmente, solo che erano circoscritte ad una città o paese e venivano, ugualmente prese in considerazione. Nonostante la tecnologia, nulla è cambiato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *