Gorillaz: biografia e discografia del gruppo musicale

di | 2 Ott 2020

Uno dei debutti più incredibili di sempre è senz’altro quello dei Gorillaz, una band diversa da tutte le altre che si siano mai visti sulla scena musicale.

Sì perché i Gorillaz si sono presentati al mondo come personaggi 2D, ovvero cartoni animati in un mondo virtuale, e per moltissimo tempo si è tenuta una fortissima riservatezza su chi fosse effettivamente la mente dietro alla cartoon band.

E anche se negli anni si è scoperto come la mente dietro al progetto fosse Damon Albarn – il leader dei Blur – il successo dei Gorrilaz non è diminuto, anzi non ha fatto che crescere, rendendo questa band di cartoni animati una vera e propria icona, entrata persino nel Guinness dei primati come band virtuale di maggior successo.

Biografia e carriera

Il progetto Gorillaz nasce nel 1998 dall’unione del cantante e polistrumentista Damon Albarn e dal fumettista Jamie Hewlett. I due, insieme, decidono di creare una band composta interamente di personaggi animati, ognuno dei quali è ispirato a un vero musicista, con cui creare una ironica e pungente parodia del mondo della musica.

È così che nascono 2D, lo stereotipo del cantante di bell’aspetto ma ingenuo e poco intelligente, Murdoc Niccals, bassista e fondatore della band ispirato a un giovane Keith Richards, Noodle il chitarrista e Russel Hobbs il batterista. Quello che è davvero impressionante, è come questi quattro personaggi siano riusciti ad attirare a sé un vero e proprio fandom, esattamente come se fossero in carne ed ossa.

Ovviamente, una bella mano in questo senso l’ha data la musica: non essendoci personaggi reali, la musica è per intero composta e suonata da Damon Albarn, spesso in collaborazione con tutta una serie di artisti che hanno letteralmente fatto a gara per duettare con i mitici Gorillaz.

Anche se il progetto inizia a muovere i primi passi nel 1998, il primo album dei Gorillaz viene pubblicato nel 2001, ed è un subito un successo planetario, da circa 6 milioni di copie vendute nel mondo. Il brano di lancio è Clint Eastwood, ed è un tributo a tutta una serie di icone tra cui il mitico attore, il suo celebre film Il buono, il brutto, il cattivo, il celebre film horror Zombie e la famosa coreografia del video di Michael Jackson Thriller.

Il secondo album del 2005 è un successo ancora maggiore e riceve per ben 5 volte il disco di platino nel Regno Unito e il doppio disco di platino negli USA, oltre che cinque candidature ai Grammy Award nel 2006.

Dopo aver venduto più di 15 milioni di copie nel mondo e aver pubblicato altri due album, i rapporti tra Damon Albarn e Jamie Hewlett s’incrinano notevolmente e i Gorillaz sono costretti a una lunga pausa forzata.

Dopo ben 4 anni di assenza, però, eccoli ricomparire sulle scene – si fa per dire – nel 2017 con il quinto album Humanz, seguito l’anno successivo da The Now Now.

Discografia

Gorillaz (2001)

Demon Days (2005)

Plastic Beach (2010)

The Fall (2011)

Humanz (2017)

The Now Now (2018)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *