in Salute

Il burro non provoca danni cardiovascolari, sfatato un mito alimentare

Il burro sul banco degli imputati, fa male? Non fa male? Quanto bisogna consumarne per non avere problemi di salute? Un mistero lungo secoli! Praticamente dalla nascita del burro ci hanno insegnato che i grassi in eccesso in esso contenuto potrebbero in qualche maniera, anche se in misura moderata, con-causare delle patologie, soprattutto di tipo cardiovascolare. Oggi cambia tutto, il burro è stato completamente assolto, anzi, ancora meglio, secondo quanto sarebbe emerso da una ricerca, il burro avrebbe anche delle proprietà benefiche e di prevenzioni contro il diabete.

Ecco perchè il burro è sano

La ricerca è stata portata  termine dalla Friedman School of Nutrition , negli Stati Uniti, e pubblicata sulla rivista Plos One. Lo studio è in realtà una “ricerca nella ricerca”, infatti sono stati analizzati altri studi eseguiti in precedenza, che hanno coinvolto circa 630.000 persone. I partecipanti hanno consumato mediamente 14 grammi di burro ogni giorno, sono stati monitorati e controllati dai ricercatori. In totale si sono verificati 28.271 decessi, 9.783 casi di malattie cardiovascolari e 23.954 casi di legati al diabete. In tutti i casi di decessi, gli studiosi non hanno riscontrato nessuna correlazione causata dal burro, cosi come il burro è risultato avere dei minimi benefici sulla prevenzione del diabete.

Scrivi un commento

Commento