La carne rossa rischia di far ingrassare come lo zucchero

By | 16 Ago 2016

Un gruppo di ricercatori di anatomia comparata e di evoluzione, dell’Università di Adelaide ha condotto un importante studio su quelli che sono gli effetti dell’eccessivo consumo di proteine animali sul nostro organismo. Sono arrivati alla conclusione che anche le proteine animali favoriscono l’obesità, esattamente come accade con lo zucchero. Spesso erroneamente si è portati a pensare che per eliminare i grassi in eccesso, bisogna evitare dolci e carboidrati, ma non è sempre vero. La ricerca ha dimostrato l’esatto contrario in più occasioni.

Più carne più grassi?

Lo studio ha dunque evidenziato in maniera netta come il consumo di carni aumenti il rischio di obesità, e tende a far accumulare massa grassa nel nostro organismo. La causa è ascrivibile alle proteine presenti nelle stesse, le quali favoriscono l’aumento di un eccessiva quantità di energia nel nostro corpo che non è facile smaltire,accumulandosi alla lunga si trasforma in grasso in eccesso. Preferibile, pertanto,il consumo di proteine vegetali piuttosto che quelle animali.

Secondo i ricercatori, i carboidrati e lipidi, vengono digeriti più facilmente e rapidamente rispetto alle proteine, e danno al nostro organismo, l’apporto calorico ed energetico giusto per affrontare la giornata. Durante una dieta è sconsigliabile evitare drasticamente carboidrati di ogni genere e dolci, e limitarsi esclusivamente al consumo di secondi a base di carne, poiché, per i motivi suddetti, non sortiremmo l’effetto desiderato, ed i chili in eccesso potrebbero aumentare piuttosto che diminuire. L’importante ricerca è stata presentata alla International Conference on Nutrition and Food Sciences a Zurigo, e pubblicata su su BMC Nutrition e su Journal of Nutrition & Food Sciences. Uno dei ricercatori Maciej Henneberg, afferma : “I nostri risultati possono sembrare controversi ma il consumo di zucchero è causa delle variazioni del livello di obesità solo per il 50%, il restante 50% è determinato dal consumo di carne”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *