Made in PRC: Cosa significa la sigla? Quando viene utilizzata?

By | 28 Gen 2019

Capita sempre molto più spesso che sulle etichette di alcuni prodotti importati dai paesi stranieri il compratore trovi scritto l’acronimo Made in PRC, oppure solamente PRC e nonostante questa sia una delle abbreviazioni che vengono usate più di frequente nel commercio la maggior parte consumatori ne ignora completamente il significato.  Cosa significa quindi la sigla Made in PRC? Quando viene usata? Scopriamolo insieme in questo articolo.

Cosa significa la sigla Made in PRC

La sigla Made in PRC indica il luogo dove un determinati prodotto è stato fabbricato, ovvero ne specifica la provenienza, letteralmente questo acronimo significa “Made nella Repubblica Cinese“, oppure in inglese “Made Popular Republic of China” e quindi altro non è che un sinonimo del più conosciuto Made in China, infatti quando troviamo questa sigla sull’etichetta vuol dire che l’oggetto in questione proviene dalla Cina. Queste due sigle inoltre a livello di qualità dei prodotti non presentano nessuna differenza, ovvero detto in parole più semplici non indicano nessuna caratteristica, sia essa positiva o negativa, di un prodotto ma l’unica cosa che cambia è la sigla per indicare il Paese di provenienza.

La scelta di utilizzare l’acronimo Made in PRC al posto del più conosciuto Made in China è dovuta principalmente a una strategia di marketing in quanto la sigla PRC risulta essere più anonima e quasi sconosciuta oltre i confini nazionali della Cina, quindi è per questo motivo che i produttori del Sol Levante hanno deciso di adottare questa abbreviazione per riuscire a rendere più facili le vendite dei loro prodotti anche oltre il confini nazionali. Quindi non è sbagliato dire che la sigla Made in PRC va a sostituire il vecchio Made in China per indicare tutti quei prodotti che vengono importati e fabbricati in questo Paese, questa decisione è stata presa dai produttori asiatici anche per cercare di arginare il fenomeno dei sequestri da parte della Guardia di Finanza, divenuti dei veri e propri fatti di cronaca, che hanno portato molti consumatori a diffidare dei prodotti marchiati Made in China.

Quando viene utilizzata la sigla Made in PRC

La sigla Made in PRC principalmente la si può trovare sulle etichette dei capi di abbigliamento ma non solo, infatti questo acronimo lo si trova anche su tutte le etichette dei prodotti tecnologici, prodotti alimentari, prodotti manifatturieri, sulle calzature e sui giocattoli che sono stati fabbricati e/o importati dalla Repubblica Popolare Cinese. Quindi questo significa che il consumatore che intende acquistare un prodotto e leggerà la dicitura Made in PRC sull’etichetta dovrà sapere che questo è di provenienza cinese, quindi dovrà anche tenere conto che il prezzo, solitamente relativamente basso, potrebbe essere dovuto all’utilizzo di materiali scadenti, tante volte anche tossici e soprattutto che la qualità difficilmente sarà eccellente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *