Occhio umano ricreto in laboratorio con le cellule staminali

By | 10 Mar 2016

La medicina rigenerativa sta facendo passi da gigante, offrendo nuove speranze e probabili cure nell’ambito oculistico. Grazie al lavoro sinergico di ricercatori giapponesi e britannici è stato generato un intero occhio in laboratorio con cellule staminali. L’intero esperimento e tutti i dettagli in merito, sono stati descritti sulla rivista Nature. In provetta è stato possibile riprodurre, con l’utilizzo di cellule staminali, vari tipi di tessuti dell’occhio, che durantegli esperimenti sono stati trapiantati su animali i quali erano stati colpiti da forme di cecità causati da gravi danni alla cornea.L’esperimento è andato a buon fine , la vista è stata ripristinata grazie a questa tecnica che ha riparato la parte oculare anteriore. L’occhio è un organo delicatissimo costituito da svariati tessuti , ciascuno dei quali, specializzato per una determinata funzione. I vari tessuti derivano da una molteplicità di linee cellulari. Non è stato proprio semplice creare un occhio in laboratorio, ma necessitava generare dapprima le molteplici tipologie di cellule, utilizzando quelle staminali pluripotenti indotte, riprogrammate adoperando un mix di geni. L’esperimento ha dimostrato che il processo di riproduzione del tessuto oculare in laboratorio, con le cellule staminali, rispecchia a pieno quello embrionale e naturale dell’occhio. Queste nuove tecniche potrebbero risolvere anche problemi di cataratta. Ogni anno circa 20 milioni di persone si sottopongono ad interventi chirurgici per l’asportazione del cristallino opacizzato a causa della cataratta. Sebbene sia un intervento di routine, non sempre l’occhio riesce a recuperare la vista completa, specie se si tratta di cataratte congenite. In tal caso si richiede l’intervento tempestivo, altrimenti i rischi di cecità sono altissimi, così come i rischi post-intervento. Grazie all’ausilio delle nuove tecniche e l’utilizzo delle staminali i ricercatori sono riusciti al momento, sui conigli operati di cataratta, a favorire la rigenerazione di una lente trasparente,un vero e proprio cristallino, che si è rigenerato in sole sette settimane. In un futuro prossimo saranno effettuati simili interventi anche sull’uomo. Questa ricerca importante apre davvero enormi speranze per chi ha problemi gravi alla vista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *