Peperoncino trinidad: caratteristiche, proprietà e controindicazioni

di | 5 Nov 2020

È uno dei peperoncini più famosi del mondo, e la fama della sua leggendaria piccantezza lo precede: si tratta del Trinidad Scorpion, uno dei peperoncini più piccanti del mondo.

Si dice che persino i ricercatori che lo stavano studiando hanno avuto problemi a trattarlo, e che quando il succo è passato attraverso i guanti in lattice, gli studiosi hanno riportato delle vere e proprie ustioni sulla pelle. Non per niente, il peperoncino di Trinidad è stato il primo a superare la famosa soglia di 2 milioni di Unità Scoville, ovvero l’unità di misura con cui si valuta la piccantezza dei peperoncini.

Originario dell’isola di Trinidad e Tobago – ma diffuso ormai in tutta l’America Centrale – il Trinidad Scorpion deve il suo nome alla sua forma particolare ma anche al suo gusto intenso: si dice infatti che, per chi non è abituato, l’assaggio del peperoncino bruci quanto la puntura di uno scorpione!

Tutto quello che c’è da sapere su Scorpion, il peperoncino di Trinidad

Il peperoncino Scorpion, come suggerisce il suo nome completo, è originario dello stato Trinidad e Tobago, un’isola al largo della costa del Venezuela, ed è fortemente legato alla cultura locale: in cucina gli isolani fanno un ampio utilizzo di questo frutto, e ogni famiglia lo coltiva nell’orto, o persino in vaso sul balcone.

Proprio per questo si sono diffuse tantissime qualità diverse di Scorpion: non è detto, infatti, che i frutti prodotti da una cultivar siano simili a quelli di un’altra e pure avendo un aspetto molto simile, il sapore spesso varia da una coltivazione all’altra. Questo perché la crescita del peperoncino dipende da tantissimi fattori variabili che influiscono sul risultato finale, tra cui per esempio l’impollinazione incrociata ad opera degli insetti.

Tra le varietà più diffuse del peperoncino Trinidad Scorpion troviamo il Trinidad Scorpion Chocolate, il Trinidad Scorpion Yellow, il Trinidad Scorpion x bhut jolokia, Trinidad Scorpion Orange e il  Trinidad Scorpion Butch Taylor.

A differenziare le varie tipologie, di solito, è il colore finale del frutto e gli aromi secondari che vengono percepiti, che possono essere fruttati o agrumati, dolci o più affumicati,.

Possibili controindicazioni del peperoncino di Trinidad

Non è facile trovare nei supermercati del nostro continente il Trinidad Scorpion, perché è un prodotto da maneggiare con cura essendo molto particolare, mentre negli store online è piuttosto semplice trovarlo, sia fresco sia già essiccato, oppure sottoforma di olio o marmellate per accompagnare gli alimenti.

In caso vi troviate a maneggiare un peperoncino di Trinidad fresco, attenzione: è bene utilizzare guanti in lattice e di non farlo mai entrare in contatto con la pelle, oltre che evitare di toccare parti sensibili (come gli occhi) mentre si maneggia il frutto.

Se volete assaggiarlo nelle sue varie forme, serve ugualmente molta cautela: meglio iniziare con quantità di prodotto davvero piccolissime, così da evitare effetti collaterali spiacevoli come disturbi all’apparato gastrointestinale. Inoltre si sconsiglia fortemente l’utilizzo del peperoncino, soprattutto quello di Trinidad, in soggetti a rischio ulcera, in bambini sotto i 12 anni e le donne in stato di gravidanza o in fase di allattamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *