Ponte sullo Stretto noi ci siamo, Renzi: “porterà 100mila posti”

By | 27 Set 2016

ROMA – “Bisogna completare il grande progetto di quella che Delrio chiama la Napoli-Palermo, per non parlare di ponte sullo Stretto”. Il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, intervenendo alla Salini Impregilo che oggi festeggia i 110 anni, riassume l’impegno del governo per il miglioramento delle infrastrutture, in particolare al Sud. “Un’operazione che porti non soltanto posti di lavoro, 100 mila posti di lavoro, ma che sia utile. Perché devi fare una struttura che sia in condizione di togliere la Calabria dall’isolamento nel quale è e che consenta di tornare ad avere una Sicilia più vicina e raggiungibile”, dice Renzi.

Renzi ha poi detto a Pietro Salini: “Noi siamo pronti. Se voi siete nella condizione di portare le carte e sistemare ciò che è fermo da 10 anni, noi sblocchiamo”. Il presidente del consiglio sottolinea che il governo “è pronto a sbloccare i cantieri. Serve la banda larga perché la rete di domani non sarà una diga in Italia né l’autostrada del Sole, ma la banda larga, la gigabyte society, la velocità”.

 

LUPI: VA REALIZZATO, CAMERA DIA VIA LIBERA

“Area popolare presenterà oggi alla capigruppo la richiesta di iscrivere all’ordine del giorno nel calendario dei prossimi tre mesi la proposta di legge per la realizzazione del ponte sullo Stretto. Era una delle nostre prime proposte per il sud e serve una legge per passare dalle parole ai fatti”. Lo annuncia Maurizio Lupi, capogruppo di Ap alla Camera, durante una conferenza stampa a Montecitorio.

MATTEOLI: E ORA VEDIAMO SE RENZI PIEGA PD E SINISTRA

“Viene proprio da ridere di gusto a sentire Renzi sul Ponte sullo Stretto di Messina. Adesso mi aspetto che anche i più riottosi nel Pd e nella sinistra, quelli che hanno urlato allo scandalo contro Berlusconi e il suo governo che il Ponte lo stavano costruendo, dicano di aver cambiato parere. Oppure che si siano piegati al volere dello statista fiorentino. Aspettiamo e vediamo”. Lo dichiara il senatore di Forza Italia, Altero Matteoli, già ministro delle Infrastrutture nell’ultimo governo Berlusconi.

SCOTTO: SPARATA RENZI INAUGURA CAMPAGNA REFERENDUM

“Il Presidente del Consiglio Renzi con l’ennesima ‘sparata’ sul Ponte sullo Stretto ha inaugurato la campagna referendaria. Da qui al 4 dicembre ne vedremo delle belle. Non potendo convincere gli italiani sulla bontà dello stravolgimento della nostra Carta Costituzionale Renzi non farà altro che moltiplicare le promesse. Oggi il Ponte domani chissa’”. Lo afferma il capogruppo dei deputati di Sinistra Italiana Arturo Scotto commentando le parole di Matteo Renzi nel corso dell’assemblea che celebra i 110 anni del gruppo Salini-Impregilo.

“Vorrei ricordare a Renzi che questa opera mai iniziata è già costata ai contribuenti italiani parecchi soldi. Il tutto senza nemmeno una pietra posata- prosegue il capogruppo di Sinistra Italiana- Saranno i cittadini calabresi e siciliani a dire di no ad un’opera pubblica buona solo per le clientele e per gli affari delle mafie e assolutamente inutile per lo sviluppo di quell’area. Renzi si preoccupi dello stato in cui si trova il nostro Paese e lasci stare le opere inutili”.

GASPARRI: RENZI FARÀ ANCHE DL LAZZARO PER RESUSCITARE MORTI

“Le fesserie di Matteo Renzi oggi ha rifatto anche il ponte sullo Stretto, da qui al 4 dicembre anche decreto Lazzaro per resuscitare i morti”. Lo scrive su twitter il senatore Fi Maurizio Gasparri.

CIVATI: TRIBUTO DI RENZI PER GLI 80 ANNI DI BERLUSCONI

“È evidente che l’annuncio del premier Renzi circa il ponte sullo Stretto e i centomila posti di lavoro che ne seguiranno, rappresenti un sincero tributo per gli 80 anni del suo padre spirituale Silvio Berlusconi: nei toni, nelle parole e nelle contraddizioni”. Cosi’ il deputato di ‘Possibile’, Pippo Civati.

G. GRILLO (M5S): PENSARE ANCHE A PONTE SULLA LUNA…

“E dopo il ponte sullo Stretto direi che è il caso di pensare ad un ponte sulla luna con un trilione di posti di lavoro e tanta prosperità”. Lo scrive su twitter la deputata 5 stelle Giulia Grillo.

D. BIANCHI: SFIDA NECESSARIA PER IMMAGINE DEL SUD

“Il Ponte sullo Stretto é una sfida necessaria per dare un’immagine del Sud che ce la fa a realizzare delle grandi opere”: così Dorina Bianchi, sottosegretario al ministero dei Beni e della attività culturali e del turismo, intervenendo a alla presentazione del Programma ‘Cultura Crea’ presso il museo archeologico nazionale di Reggio Calabria.

LIBRANDI: SI’ MA SOLO CON SOLDI PRIVATI

“Penso che il Ponte sullo Stretto sia un progetto ambizioso, di cui si parla da anni, necessario per lo sviluppo del Meridione. Insieme alla Salerno-Reggio Calabria, potrebbe rappresentare la spina dorsale su cui innestare il rilancio del Sud Italia. Credo però che, vista la situazione ancora grave del nostro debito pubblico, non si debba aggiungere un capitolo di spesa così importante alle finanze statali”. Lo afferma Gianfranco Librandi di Scelta Civica.

“Per questo ritengo che si debbano coinvolgere esclusivamente i privati. Gli imprenditori sarebbero orgogliosi di partecipare a un progetto così ambizioso, che potrebbe diventare simbolico per il nostro paese e per il nostro sud e, allo stesso tempo, si verrebbero a creare business e posti di lavoro sani, a costo zero per lo Stato“, conclude Librandi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *