Preparazione del pesto alla genovese

By | 6 Ott 2018

Mangiare sempre la solita pasta col sugo con il tempo può diventare davvero noioso. Soprattutto se in casa abbiamo i più piccoli, preparare un sugo fresco e diverso dal solito potrebbe essere l’idea che fa al caso nostro nel caso in cui ci venga spesso criticata la nostra cucina dicendo che sia poco fantasiosa. Ecco, oggi vi presenteremo una ricetta davvero originale ed innovativa che potrebbe fare al caso nostro. Vi illustreremo passo per passo il procedimento per fare il pesto in casa senza bisogno di recarsi al supermercato per comprare sughi già confezionati.

Ingredienti

2 spicchi di aglio
1 cucchiaio di pinoli
3-4 grani di sale grosso
1/2 bicchiere di olio extravergine di oliva
6 cucchiai di Parmigiano Reggiano
2 cucchiai di Pecorino

Ed infine l’ingrediente cardine del piatto ossia circa 50 grammi di foglie di basilico, all’incirca l’ideale per realizzare un barattolo da poter riutilizzare in seguito quando vorremmo riproporre ai nostri commensali la nostra ricetta. Nulla vieta di mutare il quantitativo di ingredienti nel caso si voglia prepararne un po’ in più da utilizzare in altri momenti.

Preparazione

Il tempo di preparazione stimato per questa ricetta è di soli 10 minuti il che rende questa ricetta davvero veloce.

  • Aspergere le foglie con acqua fredda, dopodiché tamponare il tutto con uno strofinaccio o un tovagliolo di carta stando bene attenti a non frizionare troppo onde evitare di spezzare le foglie.
  • Con un mortaio (va benissimo anche il manico di un coltello) pestare i due spicchi d’aglio ed aggiungere poi il sale grosso. Aggiungere al composto le foglie di basilico poco alla volta e pestare il tutto fino a quando il basilico non rilascia il suo olio.
  • Aggiungere i pinoli continuando a pestare con la stessa intensità di prima.
  • Speziare il composto con parmigiano e pecorino, versare l’olio a filo facendo in modo che il tempo dia al composto la possibilità di amalgamare i sapori senza che nessuno prevarichi sugli altri.

Alcuni consigli per risparmiare tempo o per modificare la ricetta

  • Adoperare un mixer o un frullatore facendo attenzione al tempo di frullatura in modo che il calore emanato da questo processo non intacchi le caratteristiche organolettiche andandosi a sfalsare troppo.
  • Una volta preparato il pesto può essere congelato. In modo da velocizzare la preparazione all’istante in futuro.
  • I pinoli possono essere sostituiti con le noci.
  • Il pesto può anche essere preparato senza aglio. Anche se la ricetta originale del pesto “alla genovese” lo prevede.

Conservazione del pesto

Versate il pesto ottenuto nei vasetti e lasciatelo riposare per un paio d’ore lasciando l’imboccatura aperta. Quando l’olio sarà salito in superficie, isolando il pesto dall’aria, chiudete o se lo reputate il caso aggiungete prima ancora un po’ olio. Il pesto ottenuto in questo modo si manterrà per alcuni mesi anche se il colore verde inizierà a scurirsi un po’. Da ricordare che il pesto può essere congelato e quindi è utile farlo se ne prepariamo un po’ per potercene servire nei mesi successivi, magari quelli invernali dove il basilico che abbiamo sul balcone è ormai un lontano ricordo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *