Vacanze estive: sempre più persone scelgono l’avventura in montagna

di | 24 Lug 2019

Le vacanze estive sono spesso sinonimo di mare, sole e relax. Ma c’è anche chi ne approfitta per dare finalmente un po’ di pepe alle proprie giornate, magari passate per la maggior parte dell’anno rinchiuso in un ufficio. Ultimamente, è sempre più frequente organizzare vere e proprie avventure in montagna, riccamente corredate da escursioni, campeggio e scalate, magari cercando gli accessori utili su siti specializzati come Rewild.

OTTIENI SUBITO IL TUO PRESTITO

La vacanza in montagna può anche essere rilassante: basta alloggiare in albergo (o agriturismo) e passeggiare su sentieri già battuti. Ma chi è in cerca di qualcosa di veramente speciale, invece che partire con il comodo trolley e magari con un biglietto aereo, salta a bordo del proprio camper con lo zaino in spalla oppure si reca sul posto con tende e sacchi a pelo. Campeggiare a contatto con la natura è un’esperienza unica, che poco ha a che fare con le comodità moderne ma regala emozioni speciali e, spesso, adrenaliniche. Tra le mete più gettonate del 2019, troviamo anche destinazioni insolite, secondo Tgcom24 come le montagne caucasiche o quelle del Perù, ma anche escursioni nostrane sul Monte Bianco, magari per una sessione di parapendio, come ci informa Foxlife.

C’è chi parte da solo, chi in coppia e chi persino con l’intera famiglia. In ogni caso, è sempre consigliato avventurarsi solo su sentieri già battuti o, magari, affidarsi a guide esperte. Un bel percorso di trekking non deve diventare pericoloso o persino potenzialmente dannoso, quindi un buon punto di partenza è conoscere i propri limiti e quelli della montagna che si sta scalando. Essere avventurosi non significa fare gli eroi a tutti i costi. Innanzitutto è importante prepararsi, specie se non si possiede un camper e si vuole dormire sotto le stelle. Chi voglia ritrovare, almeno in parte, il comfort di casa, opta per il letto da campeggio, pieghevole e pratico che può persino essere dotato di doghe su cui sistemare il materasso. Il brivido di dormire in tenda, però, rimane quello più ricercato e se la fase di montaggio può spaventare, c’è anche da dire che le tende moderne sono più facili di quanto si creda da assemblare, specie i modelli gonfiabili: le varie strutture portanti sono preimpostate e bastano davvero pochi minuti per avere spazi più o meno grandi in cui “soggiornare” comodamente. Infine, per chi voglia sentire davvero il contatto con la terra, ci sono sempre i sacchi a pelo, di diversi tessuti e misure, divertenti per dormire sotto le stelle sia per gli adulti che per i bambini.

Ma campeggiare in montagna non significa solo dormire all’aperto: bisogna anche avere un cambio di vestiti e accessori utili per le escursioni. Uno zaino o persino un armadio portatile possono essere ottime soluzioni salvaspazio, in tal senso e trattandosi di vacanze estive non possono mancare borracce o cappellini per proteggersi dal sole. Ovviamente, come succede al mare, non è mai consigliabile spostarsi nelle ore più calde e avere sempre a portata di mano una crema solare, perché anche in montagna ci si abbronza e si rischiano scottature. Allo stesso tempo, se l’altitudine è elevata, la sera e la notte le temperature potrebbero essere anche piuttosto rigide, quindi meglio premunirsi con capi pesanti e giacche.

La montagna offre tantissime possibilità di svago, più o meno estremo, con cui dare vita a delle vacanze davvero indimenticabili: aria pulita, panorami mozzafiato, attività quali scalateescursioni, corse in mountain bike e parapendio sono solo alcune delle cose che regala agli appassionati. Se si rispetta l’ambiente e non si corrono rischi inutili, una vacanza estiva in montagna non avrà nulla da invidiare a quella passata al mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *