in Mobile OS

WhatsApp, le conversazioni non vengono cancellate subito, nasce problema privacy

Sapevate che le conversazioni eliminate da Whatsapp in realtà non vengono eliminate in modo definitivo? Se vi state spaventando, perchè pensavate di aver eliminato tutti i vostri segretucci, bhe fate bene ad esserlo.

Jonathan Zdziarski, un abile esperto di sicurezza di iOS,ha studiato i backup salvati localmente(sul telefono) e sul cloud (in remoto). La scoperta dell’esperto non piacerà agli amanti della sicurezza e della privacy, infatti, nonostante la cancellazione di file o conversazioni, nel database dell’ applicazione rimangano alcune tracce. Si chiamano tracce forensi, e con appositi software (anche gratuiti) presenti in rete è possibile recuperare intere sessioni di chat.

Secondo l’esperto il problema risiede nel database SQlite, non rimuove istantaneamente i dati eliminati, ma li va a sovrascrivere ogni volta che si crea del nuovo contenuto. I file vengono inseriti in una sorta di lista in attesa dei nuovi, soltanto quando al loro posto vengono “salvati” nuovi messaggi, quelli archiviati vengono eliminati. Questo significa che più lunghe sono le conversazioni cancellate per intero più diventa complicato eliminarle, perchè sovrascriverle richiede molto più tempo.

Non solo, il sistema di sovrascrizione non segue un ordine cronologico, è dunque possibile che vengano cancellate(sovrascritte) conversazioni random, e magari è possibile recuperare la chattata compromettente di 2 mesi prima. Il problema riguarda, comunque, tutti i sistemi che usano SQLite come database. E al momento non c’è niente che WhatsApp possa fare.

Scrivi un commento

Commento