Autocarri, ecco come risparmiare al meglio sull’assicurazione

di | 3 Lug 2020

Gli autocarri sono mezzi pesanti utilizzati soprattutto per il lavoro, adibiti al trasporto di merci e carichi di vario genere. Trattandosi di veicoli di grandi dimensioni, sottoposti ad un uso intensivo percorrendo spesso decine di migliaia di chilometri l’anno, è importante sottoscrivere una polizza di qualità ma cercando allo stesso tempo di risparmiare sull’assicurazione dell’autocarro. Ecco alcun consigli utili.

Cosa incide sul costo della polizza per autocarri

Assicurare un autocarro comporta una spesa considerevole, infatti il costo dipende da diversi fattori come suggerisce il sito web specializzato Assicurazioniautocarri.com. Innanzitutto bisogna considerare il peso del mezzo, in quanto vengono applicati prezzi differenti per veicoli con una stazza inferiore o superiore ai 35 quintali, ovvero a 3,5 tonnellate a vuoto.

Nella prima categoria rientrano ad esempio autocarri leggeri, van, veicoli commerciali e rimorchi, mentre nel secondo gruppo troviamo camion di grandi dimensioni usati per il trasporto pesante e di lunga percorrenza. Un altro fattore che incide sul costo della polizza è il tipo di utilizzo, in base al quale può aumentare l’incidenza di sinistri e di eventi che richiedono l’attivazione della copertura assicurativa.

Allo stesso modo influiscono sul premio assicurativo di una polizza per autocarri anche aspetti come le franchigie, i valori minimi entro cui non scatta l’indennizzo, i massimali di risarcimento, la portata complessiva del mezzo e alcuni impieghi particolari. Ciò riguarda ad esempio il trasporto di sostanze pericolose o esplosive, di attrezzature speciali o l’uso del veicolo in ambienti complessi.

Inoltre possono fare aumentare il prezzo dell’assicurazione anche l’età del mezzo, poiché più vecchio è l’autocarro più alte saranno le probabilità che si manifesti un calo delle prestazioni e della sicurezza del veicolo. Da non sottovalutare è anche la potenza del motore, in particolare rapportando questo dato al peso del mezzo, infatti la stazza è uno dei parametri più importanti analizzati dalle compagnie assicurative.

Come spendere meno per assicurare un autocarro

Individuati i fattori principali che incidono sul costo della polizza per l’autocarro, a questo punto è abbastanza semplice capire come risparmiare sull’assicurazione. Per farlo basta intervenire su questi aspetti tecnici e contrattuali, laddove possibile, affinché il prezzo del premio assicurativo possa diventare più conveniente anche senza bisogno di cambiare assicurazione.

Ad esempio è possibile individuare delle franchigie vantaggiose, trovando un giusto compromesso tra quanto si è disposti a spendere di tasca propria per non far crescere il costo della polizza in caso di piccoli sinistri. Se il danno è di lieve entità, con una riparazione inferiore agli 800/1.000 mille euro, potrebbe essere più conveniente provvedere da soli che azionare l’assicurazione, evitando il peggioramento della classe bonus/malus.

Ugualmente è necessario prestare attenzione a come si assicura l’autocarro, poiché in base alla destinazione d’uso il prezzo della copertura potrebbe subire alterazioni fino al 30/40%. In questo caso è importante considerare le soluzioni più utili per risparmiare sulla polizza, scegliendo se possibile l’opzione migliore tra uso privato, speciale o altre indicazioni. Non da meno è la selezione della formula di guida giusta e il calcolo dei chilometri percorsi durante l’anno.

Come trovare una polizza per autocarri economica

Ovviamente la soluzione migliore per assicurare un autocarro non consiste nel rinunciare a un servizio di qualità, infatti soprattutto quando si usa il mezzo per il lavoro è indispensabile proteggersi contro ogni tipo di evenienza. Si tratta di veicoli molto costosi, perciò è essenziale tutelarne il valore commerciale e sottoscrivere sempre una polizza con un buon rapporto qualità-prezzo.

Dopodiché è fondamentale cercare di risparmiare in modo intelligente, partendo dal confronto delle assicurazioni online per autocarro utilizzando siti di comparazione e richiedendo diversi preventivi gratuiti. In questo modo è possibile farsi un’idea velocemente delle proposte disponibili sul mercato, per capire come orientarsi e scoprire quali sono le migliori compagnie con le quali proseguire la contrattazione.

Inoltre bisogna leggere attentamente il contratto prima di sottoscriverlo, analizzando con attenzione le clausole, i massimali di copertura, le esclusioni, le franchigie e gli scoperti per evitare brutte sorprese quando ormai è troppo tardi. In alcuni casi specifici esistono delle polizze particolari che consentono di risparmiare, ad esempio assicurazioni a consumo per chi percorrere pochi Km l’anno, mentre alcune compagnie possono offrire agevolazioni convenienti qualora il proprio mezzo si inquadra nel parametri indicati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *