Come coltivare le fragole nel proprio giardino

di | 15 Lug 2019

L’arrivo dell’estate non significa soltanto sole e temperature in incremento, spiagge e mare, ma anche un rinnovamento dal punto di vista dell’alimentazione. In estate si trovano frutta e verdura non disponibile durante il corso delle altre stagioni, come le fragole.

OTTIENI SUBITO IL TUO PRESTITO

Fatta eccezione per le importazioni da altri paesi il periodo indicato per la coltivazione delle fragole risulta essere proprio quello primaverile. Le fragole possono essere coltivate con grande semplicità, ricavando per loro uno spazio all’interno del proprio giardino. Anche per chi non possiede il cosiddetto pollice verde questo frutto si rende particolarmente versatile da trattare.

Messa a dimora delle fragole

All’interno del proprio giardino si può ricavare uno spazio dedicato alla coltivazione delle fragole. Come essere certi di seguire la giusta messa a dimora delle piantine? Le regole basilari da seguire si dimostrano piuttosto semplici: è sufficiente disporre le piantine a distanza le una dalle altre di circa 30 centimetri. La parte terminale delle radici non deve essere piegata, cercando di conservare il colletto alla medesima profondità.

La profondità corretta delle piantine eviterà il loro seccare o marcire. Dopo aver messo a dimora le piantine di fragole si deve procedere con un’irrigazione abbondante per il corso dei dieci giorni successivi. Quando le piante si presenteranno attecchite anche il bisogno di acqua potrà calare di conseguenza. Il momento ad alta intensità di irrigazione è quello della maturazione dei frutti.

Le piante di fragola richiedono inoltre specifici fertilizzanti a base di potassio, azoto e poco fosforo. Questo mix incrementa le possibilità di poter ottenere senza sforzi frutti colorati e ricchi di zuccheri.

Coltivazione delle fragole in telo

Coltivare le fragole con il telo vanta diversi vantaggi per una minore crescita delle malerbe, un maggior riscaldamento a livello del terreno, una minore necessità di irrigazione, evitando la pioggia battente direttamente a livello del terreno. Anche la raccolta dei frutti potrà avvenire in questo caso a minor contenuto di terra.

Quando avviene la raccolta delle fragole? Nel periodo della massima produzione dei frutti la raccolta avviene indicativamente ogni due giorni. Il frutto deve essere staccato in prossimità del peduncolo. Tra le varietà più coltivate si trovano le fragole Marmolada, tipiche delle aree del nord Italia, resistente anche alle temperature più rigide. Le fragole Elsanta si presentano invece come una varietà più sensibile al freddo, maggiormente adatta ai terreni leggeri, vantando una polpa succosa e soda al tatto.

Coltivare le fragole all’interno del proprio giardino significa portare in tavola un frutto sicuro per la salute, privo di agenti chimici, a risparmio dei costi presenti sul mercato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *