Fondazione Cariplo: Cos’è e di cosa si occupa?

di | 17 Apr 2019

La Fondazione Cariplo è una Fondazione Bancaria che si occupa principalmente di attività di carattere filantropico, a guidare il Consiglio di Amministrazione c’è Giuseppe Guzzetti, che occupa questa carica dal 1997. A ricoprire la carica di Direttore Generale c’è, dal 2015, Sergio Urbani, invece dal 2010 Mariella Enoc e Sangalli svolgono il ruolo di Vicedirettori mentre tutti i consiglieri, nominati il 3 Maggio del 2010, sono Arlnoldo Mosca Mondadori, Gianluigi Costanzo, Cristian Chizzotti, Sonia Maria Margherita Cantoni e Paola Bignardi. Ma che cos’è la Fondaziona Cariplo? E di cosa si occupa? Scopriamo insieme in questo articolo.

OTTIENI SUBITO IL TUO PRESTITO

Che cos’è la Fondazione Cariplo

Il 12 Giugno 1823 nella città di Milano è stata istituita la Cassa di Risparmio delle Privincie Lombarde che svolgeva un duplice compito, ovvero funzionava sia come attività di credito sia come attività di beneficenza, il suo incarico era finalizzato a promuovere sia l’economia della Regione Lombardia, sia di far crescere a livello sociale e culturale la collettività. Nel 1990 con la Legge n°218, conosciuta anche con il nome di Legge-Delega Amato-Carli, il sistema creditizio italiano ha subito un processo di ammodernamento che obbligava a dividere le attività di beneficenza dalle attività di credito, così nel Dicembre 1991 viene creata la Fondazione Cassa di Risparmio delle Provincie Lombare, ovvero la Fondazione Cariplo. In questo modo la Fondazione ha potuto proseguire la missione per cui era stata creata, quindi continuare le opere di beneficenza tramite la nuova Cassa delle Provincie.

La Fondazione nel 1997 tramite un metodo di intervento organizza i propri fondi in modo tale che agli enti sostenuti fosse possibile richiede di avanzare un’idea progettuale, invece l’anno successivo la Banca Cariplo S.p.a. e la Fondazione Cariplo si dividono definitivamente, l’Istituto Bancario di Cariplo si unisce con il Banco Ambrosiano e insieme fondano la Banca Intesa, mentre il 31 Dicembre 2000 la Banca ha deciso di non usare più il nome Cariplo. La Banca Intesa negli anni è riuscita a incorraggiare nuove affiliazioni con la Banca Commerciale Italiana, con la Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza, con La Banca Popolare FriulAdria e la San Paolo IMI con cui, nel 2007, ha creato il Gruppo Intesa San Paolo. Da tutte queste operazioni finanziare la Fondazione Cariplo percepisce delle quote che le consentono di incrementare il proprio patrimonio, inoltre nel 1998 la Fondazione ha dato inizio a un progetto il cui fine è quello di appoggiare le Fondazioni Comunitarie che si trovano in Lombardia, a Verbania e a Novara.

Di cosa si occupa la Fondazione Cariplo

L’attività svolta dalla Fondazione Cariplo si occupa di rinnovare, sostenere e finanziare tutti quei progetti che hanno un beneficio per la collettività come la cultura, l’arte, la ricerca scientifica, l’ambiente e il sociale. Infatti a questo scopo tutti gli anni la Fondazione mette a disposizi dei soldi a fondo perduto, all’incirca 150 milioni di euro, che attraverso i patrocini, i bandi, le erogazioni territoriali o emblematiche o istituazionali che riescono a promuovere e a far realizzare circa 1000 progetti. Inoltre nella propria zone di intervento la Fondazione Cariplo assegna il proprio denaro per mezzo di un bando, invece per quei progetti che vengono chiamati Progetti Territoriali l’assegnazione dei fondi avviene extrabando. Tra le altre cose la Fondazione Cariplo può anche aderire e sostenere eventi, iniziative e manifestazioni che coincidono con il loro lavoro e decidere di sponsorizzarle. Infine venticinque anni dopo la sua fondazione, precisamente nel 2016, Cariplo ha presentato ben quattro programmi intersettoriali, Carliplo Factory, Lacittàintorno, Cariplo Sociale Innovation e AttivAree, che rispecchiano i loro principi filantropi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *