Il rapporto tra Libero arbitrio e Santeria Cubana

di | 27 Lug 2020

La Santeria Cubana è un insieme di pratiche religiose che vanta seguaci soprattutto in America latina, proprio il luogo dove è nato e si è sviluppato questo movimento. I riti più conosciuti, che inducono spesso curiosità in chi sa poco o niente di tale cultura, sono quelli legati alla riconquista dell’amore. Si tratta di rituali che hanno il fine di far tornare la persona amata e legarla di nuovo a sé, dopo che si è allontanata per svariati motivi.

Queste tematiche sortiscono l’interesse di coloro che si trovano in una situazione sentimentale complicata o sono stati all’improvviso lasciati. Le questioni di cuore infatti, a volte, sono più dolorose di un danno fisico e, per questo, spesso si ricerca una soluzione immediata alle proprie sofferenze. Per approfondire tali tematiche dal punto di vista tecnico si può visitare il sito https://www.mediumathos.com in cui si trovano molti spunti interessanti sul mondo magico ed esoterico: conoscerlo in modo approfondito permette di capire il vero significato di queste pratiche.

Santeria Cubana: cos’è?

La Santeria Cubana è un movimento religioso che si è creato dalla commistione di altri credi, i due principali che hanno permesso la sua nascita sono:

  • Il cattolicesimo da cui sono stati mutuati i santi, cioè delle persone realmente vissute che durante la loro esistenza hanno compiuto delle azioni divine. Spesso si usano anche delle preghiere che sembrano cattoliche ma che, in realtà, hanno degli elementi che si discostano da tale ideologia in quanto fanno emergere degli aspetti di vendetta o di attacco verso gli altri, non professando esclusivamente il bene.
  • La tradizione yoruba, proveniente dall’Africa, da qui viene la lingua con cui si praticano i rituali e anche gli strumenti per le divinazioni.

La Santeria Cubana nasce dai nativi africani che vennero deportati nell’America centrale per essere usati come schiavi. Questi ultimi non potevano professare la loro religione che si basava su un politeismo in cui si adoravano degli dei con sembianze di animali, perciò li sostituirono con i santi del cattolicesimo. La pratica di avere tante figure a cui essere devoti, però, fu comunque vista come una stranezza dai padroni spagnoli che attribuirono a tale movimento religioso il nome di “santeria”, usato in modo dispregiativo per indicare un eccesso di divinità.

Nella Santeria Cubana sono molto importanti le divinazioni in cui è possibile scansionare la persona che chiede aiuto e individuare il male che la attanaglia in quel momento. In seguito alla rilevazione del problema, si agisce con un rituale che è accompagnato da formule mnemoniche, movimenti e suoni rimati. Le liturgie assomigliano in parte a quelle della religione Voodoo, nata ad Haiti e conosciuta principalmente per le bamboline stilizzate che durante un rito hanno il fine di canalizzare energie positive o negative sulla persona che rappresentano. Infatti anche nella Santeria, con dei riti specifici, si può influire sul libero arbitrio di una persona, ad esempio per riconquistarla o per manipolarla a proprio favore.

I riti d’amore e il libero arbitrio

Uno dei motivi per cui la Santeria Cubana suscita molta curiosità sono i rituali d’amore, i più conosciuti sono quelli a Santa Marta o Sant’Elena che hanno come fine ultimo quello di far tornare la persona che si è allontanata. Una separazione amorosa molto spesso è difficile soprattutto se è solo una delle due parti a decidere di troncare il rapporto. In tale situazione l’altra metà potrebbe uscirne distrutta e avere solamente un unico desiderio: quello di volersi ricongiungere al partner perduto anche modificandone il libero arbitrio. Quest’ultimo è un concetto filosofico che afferma che ognuno può agire secondo le proprie decisioni e non deve avere nessuna costrizione esterna.

Quando le persone impiegano la Santeria Cubana e i suoi riti d’amore, vogliono agire sulle decisioni prese del partner che si è allontanato per riconquistarlo di nuovo, alterando la sua volontà e facendolo tornare sui suoi passi, non creando un ritorno di fiamma ma un riavvicinamento forzato. Questi rituali promettono un legame forte e duraturo, efficace solamente se a professare il rito è un adepto di questa religione, una persona che ha esperienza in tale campo; in linea generale è sempre sconsigliato il fai da te.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *