Mindfulness: avere successo senza ansia

By | 2 Nov 2017

Le varie sindromi che espongono l’uomo verso lo stress, di come affrontare una settimana lavorativa, sono moltissime. Si comincia il lunedì e si manifesta con ansia, malditesta e senso di nausea, per poi arrivare al week end: anche in questo caso il malessere imprigiona le menti, un po’ perchè il dolce far niente uccide chi è abituato a lavorare e, nel secondo caso, non si è in grado di staccare la spina.

Soprattutto quando la vita si divide tra famiglia e lavoro, ci si trova a dover subire ancora più stress, per delle decisioni da prendere e per cercare di tenere tutto sotto controllo.

Secondo uno studio inglese, dovremmo essere tutti in grado di comandare il nostro cervello, sentendoci a nostro agio anche nelle situazioni più difficili e stressanti. Perchè è possibile avere successo e, nello stesso tempo, avere una vita privata felice e coordinata.

Se la mente è troppo stressata ed il cervello fuori fase, l’ideale sarebbe seguire – sempre secondo la ricerca – questi metodi:

  • Lasciar correre: non cercare di avere sempre ragione, non impuntarsi su delle situazioni che non hanno futuro. Bisogna imparare a respirare ed andare avanti, senza perdere tempo e senza creare situazioni di stress inutile.
  • Pensare al presente e meno al futuro: pensare troppo a quello che potrebbe accadere, fa sfuggire di mano quello che è il presente. Nel presente, piano piano, si costruisce il futuro, senza dover avere l’ansia di ottenere tutto e subito.
  • Riposare la mente: ogni tanto si dovrebbe staccare dagli impegni e trovare un piccolo momento per non pensare a nulla, concedendosi un meritato riposo.
  • Sorridere e ringraziare: bisognerebbe provare ad essere più positivi, prepositivi e vedere il lato buono di ogni situazione, anche la più stressante e faticosa.
  • Passare il tempo con la famiglia: passare molto più tempo con la propria famiglia, dedicando loro dei momenti unici e preziosi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *