Prestiti: aumentano le erogazioni con cessione del quinto

di | 18 Ago 2020

Una delle tipologie di prestito più richieste è la cessione del quinto: una soluzione pensata per non impattare eccessivamente sulla vita del richiedente, che prevede rate di restituzione mai superiori, per l’appunto, ad un quinto o del suo stipendio o della sua pensione. A ciò si aggiunga che nella maggior parte dei casi questo particolare prestito è anche molto rapido e facile da ottenere. Ecco dunque spiegato come mai siano sempre di più le persone che ne approfittano e, di conseguenza, le che si informano al meglio prima di presentare la propria richiesta.

È infatti sempre molto importante conoscere bene tutti i dettagli relativi ad un finanziamento prima di presentare la propria domanda. Da questo punto di vista esistono diversi siti dedicati proprio al mondo dei prestiti, come ad esempio Cessionedelquintofacile, un portale davvero ricco di informazioni che, oltre a dare indicazioni generali relative a questa tipologia di prestito, passa in rassegna gli istituti creditizi che lo erogano, presenti su tutto il territorio nazionale. In questo modo sarà possibile osservare nel dettaglio le soluzioni proposte dalle singole banche di Bergamo, piuttosto che da quelle di Cagliari, in modo da conoscere con largo anticipo numeri, condizioni e modalità varie.

Come funziona la cessione del quinto

È importante osservare più dettagliatamente regole e funzionamento del prestito con cessione del quinto che, come già anticipato, prevede una restituzione rateale pari a massimo un quinto dell’importo netto o dello stipendio o della pensione mensile del richiedente.

Questo particolare prestito può essere richiesto sia da dipendenti pubblici che privati, così come da aziende e/o imprese legate ad enti terzi. La somma richiedibile tende a variare da istituto ad istituto, mentre di solito i tempi e le modalità di restituzione sono abbastanza standardizzati: il range di tempo entro cui restituire l’importo ottenuto, generalmente varia tra i 2 ed i 10 anni, con rate che conseguentemente possono oscillare tra le 24 e le 120 (da questo punto di vista molto dipende dall’importo netto richiesto).

Quali sono i requisiti richiesti

Come accade per la maggioranza dei prestiti, anche quello con cessione del quinto prevede determinati requisiti che, ancora una volta, possono variare da istituto a istituto, ma che generalmente hanno a che fare con la presenza di un’attività di servizio che risulti essere stabile e regolare. Questo vuol dire che il richiedente dovrà dimostrare di ricevere uno stipendio o un salario che siano fissi e continuativi.

A ciò si aggiunga che chiunque voglia presentare domanda dovrà sottoscrivere obbligatoriamente due diverse polizze assicurative: la prima è un’assicurazione sulla vita, la seconda un assicurazione contro rischi di impiego o malleverie. Entrambe servono a tutelare l’ente nel caso in cui il richiedente non abbia modo di restituire la somma richiesta per motivi di salute e/o di perdita del proprio posto di lavoro.

Situazioni particolari

Un aspetto particolarmente interessante del prestito con cessione del quinto è che può essere richiesto anche nel caso in cui ci si trovi in situazioni finanziarie particolari. Ad esempio, coloro che siano in presenza pignoramento preesistente alla richiesta, possono comunque ottenere un prestito: in questo caso l’ente dovrà semplicemente tenere conto di quale sia la differenza tra la quota di patrimonio interessata da pignoramento e due quinti dello stipendio del richiedente.

Anche coloro che siano interessati da delegazione, ovvero da successione di debito, possono ottenere un prestito con cessione del quinto: in questo caso però l’ente prenderà in considerazione sia l’importo della delegazione, sia la metà dello stipendio del richiedente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *