3 attrezzi indispensabili per la cura del tuo giardino

di | 4 Nov 2019

Uno dei maggiori punti di forza di case familiari, ville e villini è costituito dalla presenza del giardino, uno spazio verde che, oltre ad abbellire la veduta, può essere sfruttato in molti modi: per esempio, realizzando una piscina, installando una pergola oppure coltivando un piccolo orto…

OTTIENI SUBITO IL TUO PRESTITO

Tuttavia, per usufruire di tutto ciò è necessario eseguire periodicamente attività di manutenzione, con le quali tenere in ordine il tutto. Chi non ha tempo o voglia può richiedere la prestazione di un’impresa di giardinaggio, ma ciò presuppone dei costi non indifferenti. In alternativa, si può provvedere personalmente alla cura del proprio angolo di verde, procurandosi valide attrezzature da giardino dopo essersi documentati sulle loro caratteristiche anche in rete, per esempio sul sito di MigliorUtensile.

Strumenti per la cura del giardino

Mantenere curato il proprio giardino è fondamentale per tenere in ordine la propria dimora, sia per sé che per le occasioni in cui si devono accogliere gli ospiti. Potare le piante infatti rende migliore l’aspetto scenico agli occhi di chi osserva.

Per ottenere ciò, senza dover necessariamente sborsare una cifra elevata per pagare il lavoro di un giardiniere, è necessario avvalersi di un’attrezzatura adeguata per svolgere la mansione. Tra i prodotti che bisogna assolutamente avere troviamo il tagliasiepe, arieggiatore e il soffiatore.

Tagliasiepe

La siepe è impiegata perlopiù come accessorio da abbellimento. Viene utilizzata per le pareti esterne dei viali e incrementare gli spazi verdi attorno all’abitazione, dando un colpo d’occhio non indifferente. Allo stesso modo per aver cura di ciò bisogna ricorrere a strumentazioni da lavoro adeguate, in modo da potare al meglio le foglie in eccesso. Per questo motivo è necessario ricorrere ad un tagliasiepe.

Sono due le tipologie presenti in commercio:

  • Elettrico
  • A scoppio

Quello elettrico è indicato per i lavori su siepi medio piccole, dato che risulta abbastanza ergonomico e presenta un peso non eccessivo, dotato di un motore che viene fomentato tramite corrente. E’ la soluzione ideale per compiere un lavoro più rapido. Non risulta nocivo per la salute e ha un basso impatto per l’udito e l’emissione zero di polveri e vibrazioni. In fase d’acquisto (per uso privato) è consigliato scegliere un modello con all’incirca 400 W di potenza. Quello a scoppio invece è consono per i rami più grossi. Consuma parecchio, essendo a benzina, e soprattutto emette molto rumore.

Arieggiatore

Per tenere in ordine un giardino si deve ricorrere ad un arieggiatore. Si tratta di un’apparecchiatura impiegata per arieggiare appunto il manto, in modo tale da tenere in salute il terreno e far crescere al meglio l’erba. Permette di togliere tutto ciò che risulta superfluo, come foglie, rimanenze della potatura cadute a terra, detriti, ossia elementi che possono arrecare un impedimento al flusso dell’acqua e dell’aria. Questo trattamento dovrebbe essere fatto al termine della stagione estiva e invernale. Sono diversi i modelli presenti:

  • Trainanti
  • Elettrici
  • Manuali
  • A scoppio

Quelli manuali sono destinati per chi ha un terreno di dimensioni ridotte, essendo molto ingombranti. Allo stesso tempo sono abbastanza economici. I trainanti sono impiegati se si possiede un giardino molto ampio, coadiuvati da un trattorino.

Gli elettrici sono dotati di lame che vanno a togliere i materiali in eccesso sedimentati, i quali vengono raccolti in una sorta di cesta ivi contenuta. Essendo realizzati in plastica risultano leggeri. Unico neo è che, essendo funzionante tramite corrente elettrica, bisogna usarlo con il cavo attaccato ad una presa.

Quelli a scoppio invece sono adatti per i grandi spazi verdi. Essendo in acciaio non sono il massimo dell’ergonomia.

Soffiatore

Un soffiatore viene adoperato per soffiare le foglie tramite una forte emissione di aria. Il suo utilizzo, oltre al giardino, può essere rivolto anche per i vicoli e i graticci. Troviamo quelli:

  • A scoppio
  • A batteria
  • Elettrici

Quelli che forniscono le migliori prestazioni sono gli elettrici, in particolare quelli che aspirano e triturano il fogliame. Gli altri, non servendosi della corrente elettrica, operano senza fili. I soffiatori a scoppio sono più pesanti ed emettono più rumore; gli altri invece hanno un piccolo motore con batteria al litio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *