Dieta lampo: cos’è, menù, benefici e controindicazioni

di | 14 Set 2020

È l’ultimissima mania delle star in fatto di diete e la stanno usando proprio tutte: si chiama Dieta Lampo ,Lightning Diet o Quick Diet in inglese, ed è un regime calorico fortemente restrittivo che vuole far ottenere un dimagrimento veloce, efficace e notevole.

Ne esistono due versioni diverse per perdere dai 3kg ai 5 kg in una settimana circa, con programmi diversificati dal punto di vista alimentare, e ne è stata inventata recentemente anche una terza proprio dalla celebre cantante Beyoncé, ovvero la “Maple Syrup Diet” o “Lemonade Diet”, in Italia conosciuta come “Dieta del Limone”.

Proprio per il suo essere molto dura, si consiglia di non seguire la Dieta Lampo per più di 5 o 6 giorni consecutivi, e di assicurarsi prima di iniziarla di non avere patologie particolari che potrebbero risentire della forte limitazione di cibo.

Che cos’è la dieta lampo: benefici e controindicazioni

La Dieta Lampo, quindi, è una dieta calorico-restrittiva mirata a una perdita di peso sostanziosa e, soprattutto, immediata: per agevolare questo processo, le calorie da ingerire quotidianamente sono molto ridotte, in modo da incentivare un dimagrimento il più veloce possibile.

Come abbiamo accennato nell’introduzione, sono due i programmi alimentari della Dieta Lampo:
– la prima variante può essere seguita per massimo 5 giorni e porta a perdere circa 3 kg;
– la seconda variante può essere seguita per massimo 6 giorni e porta a perdere circa 5 kg.

La Dieta Lampo non presenta particolari controindicazioni, ma risulta essere comunque un regime limitativo, squilibrato e duro da seguire, sia fisicamente che mentalmente: se quindi si svolge molta attività fisica, se si hanno disturbi particolari o problemi specifici, è meglio evitare di seguire questa dieta, o comunque è meglio rivolgersi a un medico prima di iniziarla.

Soprattutto, questo tipo di dieta è fortemente sconsigliata per le donne in fase di gestazione e/o allattamento, così come soggetti in fase di crescita e soggetti anziani, o persone particolarmente predisposte a fastidi dell’atteggiamento alimentare.

Menu prima variante

Il regime alimentare della Dieta Lampo, nella sua  prima variante, consiste nel consumare ogni giorno della dieta un solo alimento specifico:
– il primo giorno si possono mangiare solo latte e yogurt;
– il secondo giorno si possono aggiungere le patate, bollite o al forno e con una minima quantità di olio;
– il terzo giorno si introducono i formaggi;
– il quarto giorno è concessa carne di pollo;
– il quinto giorno si possono integrare bibite come il tè, ma rigorosamente senza zuccheri aggiunti.

Oltre a queste indicazioni, esistono altre direttive specifiche per rafforzare l’efficacia della Dieta Lampo:
– bere almeno 1,5/2 litri di acqua al giorno;
dividere il pranzo e la cena in più pietanze spalmate nel corso della giornata;
– il caffè è concesso, basta che sia preso senza aggiunta di zuccheri.

Menu seconda variante

La seconda variante della Dieta Lampo ha le stesse direttive della prima variante, mentre dal punto di vista alimentare prevede:
Colazione con una fetta di pane tostato, formaggio fresco e bibite come tè e caffè senza zucchero.
Pranzo con carne bianca e insalata di verdure miste.
Cena con una porzione di pesce, una fetta di pane e una tazza di tè.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *