Installare un servoscala in casa: tutto quello che c’è da sapere

di | 3 Lug 2020

Il servoscala è un sistema indispensabile per garantire la massima mobilità in casa, una soluzione efficace per consentire il superamento delle barriere architettoniche anche a persone disabili e anziani.

Al giorno d’oggi, questi dispositivi sono moderni, sicuri ed efficienti, in grado di valorizzare la propria abitazione e abbinarsi in modo adeguato anche allo stile estetico della casa.

Come funzionano i servoscala

Un servoscala è una struttura elettrica caratterizzata da una pedana di appoggio, dei pratici sostegni per le braccia e un meccanismo elettrico per l’azionamento della piattaforma. Una volta sul dispositivo, basta attivare la macchina per salire le scale lentamente per raggiungere il piano superiore o, viceversa, scendere.

Si tratta di una soluzione perfetta per la mobilità domestica, infatti questi sistemi possono essere installati in qualsiasi tipo di abitazione privata, compresi ovviamente i complessi condominiali, ma anche in ogni ambiente lavorativo, locale commerciale o locale pubblico. In base al modello, è possibile montare un servoscala sia all’interno che all’esterno, con strutture impermeabilizzate in grado di resistere agli agenti atmosferici.

Come scegliere il servoscala giusto

Per ottenere un risultato adeguato è fondamentale scegliere il servoscala giusto, rivolgendosi a una ditta specializzata per eseguire un sopralluogo preliminare. Prima dell’installazione, infatti, bisogna considerare le caratteristiche tecniche e ambientali del luogo in cui il dispositivo andrà montato, affinché sia possibile realizzare un lavoro in grado di rispettare le proprie esigenze.

Tra le migliori soluzioni presenti sul mercato ci sono i servoscala per disabili di Faboc Due, azienda specializzata nella produzione di dispositivi per l’abbattimento delle barriere architettoniche, in grado di offrire un’ampia scelta di modelli per ogni necessità. I prodotti sono disponibili nella configurazione a pedana o a piattaforma, con opzioni per scale rettilinee e curve, oltre alla presenza di avanzati dispositivi di sicurezza e a una garanzia di 24 mesi.

Per quanto riguarda la scelta del modello, è importante tenere conto di alcuni aspetti, come il tipo di scale dell’abitazione, la portata massima del sistema di sollevamento, la velocità di salita e l’efficienza energetica. Inoltre, non bisogna sottovalutare le funzionalità aggiuntive, specialmente quelle legate alla sicurezza del servoscala, come meccanismi anti-blackout, motori autofrenanti e pulsanti di emergenza.

Allo stesso modo, è fondamentale che il dispositivo sia facile da usare, come le proposte di Faboc Due, soprattutto se la persona disabile o anziana dovrà impiegare la macchina anche da sola. Dopodiché, bisogna valutare anche l’aspetto estetico del servoscala motorizzato, per garantire un risultato non solo efficiente e sicuro ma anche stilisticamente gradevole, in grado di armonizzarsi con il design della casa, del condominio o di qualsiasi altro locale.

Le normative di legge sull’installazione dei servoscala

I sistemi motorizzati per il superamento di barriere architettoniche non richiedono opere murarie, infatti è possibile installarli sul lato destro o sinistro della rampa senza dover effettuare lavori edili complessi.

Una volta montato il dispositivo di appoggio della struttura, il servoscala è in grado avanzare in modo semplice e sicuro, con un sistema di alimentazione alternativa a batteria per garantire il termine della corsa anche in presenza di un blackout.

Affinché ci sia omologazione, l’apparecchio deve rispettare le normative di legge, ovvero essere in possesso dei requisiti minimi delle norme UNI 81/40 sulla sicurezza di tali dispositivi. In particolare, vengono definite le condizioni dei criteri progettuali, come la presenza di sistemi anticaduta e di regolatori di velocità e le caratteristiche tecniche della pedane di appoggio, oltre alla limitazione d’uso per dislivelli fino a un massimo di 4 metri di altezza.

Le agevolazioni fiscali per i servoscala

Tra i vantaggi legati all’installazione dei servoscala per disabili ci sono le agevolazioni fiscali.

Per chi monta un sistema di sollevamento per la rimozione delle barriere architettoniche e degli ostacoli, infatti, è possibile beneficiare di una detrazione fiscale del 36%, fino a un massimo di 48 mila euro, con la possibilità di usufruire anche dell’IVA al 4% al posto dell’aliquota ordinaria.

La misura è valida per tutte le abitazioni residenziali private, compresi gli edifici condominiali che decidono di installare un sistema motorizzato per le scale.

La detrazione Irpef viene proposta tramite deduzione dalle imposta, con la suddivisione dell’importo in 10 quote annuali da presentare all’interno del modello F24.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *