Orto verticale: in che cosa consiste? Come si cura e cosa coltivare

di | 31 Gen 2020

Un orto verticale è la soluzione geniale che permette anche a chi non possiede molto spazio in casa di avere una vasta coltivazione. Si tratta di un’ottima idea per tutte le persone che hanno la passione per le piante, ma non un giardino o una grande veranda dove farle crescere.

In  cosa consiste di preciso un orto verticale? Chi vive in una grande città lo sa: pur di vivere in centro, a volte è necessario sacrificare gli spazi ampi e confortevoli. Questo vuol dire che la vita di un metropolitano non comprende una villetta all’americana, ma si deve necessariamente adattare alle piccole stanze di un angusto appartamento al quarto o quinto piano di un palazzo in cemento.

Non ci sono giardini privati a disposizione, non si può coltivare nulla in casa, perché semplicemente non c’è posto. O quantomeno, non c’è posto per un orto tradizionale. La bellezza degli orti orizzontali è quella che non occupano spazio a terra, ma sfruttano quello dell’altezza.

Se abbiamo un muro a casa inutilizzato o magari su cui abbiamo appeso un paio di quadri in fondo non poi così tanto belli da essere sacrificabili, allora è tempo di costruire il nostro orto verticale personale. 

Possiamo mettere delle mensole o dei pallet con i ganci, ci sono tantissimi modi per costruire un orto su muro: l’importante è che le piante siano posizionate in maniera tale da essere facilmente raggiungibili, semplici da nutrire e curare e, se fanno una pianta alta, devono avere spazio a sufficienza per crescere e muoversi.

Orto verticale: come coltivarlo?

Innanzitutto diciamo che per coltivare un orto in maniera autonoma si può usare anche il balcone, anche se lo spazio a disposizione magari non è tantissimo. Come accennavamo prima l’importante è trovare nel caso del balcone una parete libera che si affaccia su di esso.

Ma come si fa? Non è cosi complesso! Per esempio possiamo dire che per piantare le erbe aromatiche basteranno un paio di bottiglie di plastica già usate da mettere nel muro, servendosi di chiodi o fascette. Ancora più semplice sarà il lavoro per chi ha una terrazza o un balcone molto grandi in quanto potrà creare un orto verticale molto ricco costruendo con le proprie mani dei contenitori e questo renderà il risultato più creativo e originale.

Per creare un orto verticale nel proprio balcone bisognerà comprare o procurarsi degli attrezzi da giardino quali per esempio annaffiatoio per bagnare le piante, forbici ed estirpatore per procedere quando serve a delle potature piccole e infine dei contenitori o dei vasi di misure varie e diverse.  Alcune persone usano in alternativa delle grondaie vecchie ed usate che si possono mettere in una parete o in un muro. 

Cosa coltivare in un orto verticale?

Teniamo presente che non tutti gli ortaggi sono adatti ad essere coltivati in un orto verticale ed è preferibile scegliere quelli che hanno un’estensione contenuta: le lattughe, le indivie, le verdure a cespuglio basso e le erbe aromatiche.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *