Sarcoidosi: come curarla e sintomi

di | 24 Apr 2019

Quando si parla di Sarcoidosi si intende una patologia infiammatoria in grado di colpire diversi organi, in particolar modo i polmoni e i linfonodi. L’infiammazione causa nei soggetti la formazione di noduli analoghi denominati granulomi.

OTTIENI SUBITO IL TUO PRESTITO

Sarcoidosi: di che cosa si tratta e quali sono le cause

La Sarcoidosi si caratterizza nella formazione di noduli detti granulomi formati da tessuto infiammatorio in grado di estendersi a qualsiasi organo interno. Generalmente la patologia colpisce in prevalenza i polmoni e i linfonodi, sotto gravità di sintomi e conseguenze differenti a seconda delle diverse gravità dell’infiammazione stessa. La patologia infiammatoria si presenta estremamente rara negli anziani e nei bambini, colpendo nella maggior parte dei casi i soggetti adulti di entrambi i sessi.

Le cause della Sarcoidosi si presentano ancora del tutto sconosciute, individuando tuttavia uno stretto legame tra la comparsa dell’infiammazione e la presenza di un’anomala del sistema immunitario in grado di comportare lo sviluppo e la formazione dei granulomi in direzione degli organi interni e dei linfonodi. In fase odierna le ricerche mediche scientifiche si stanno concentrando sull’individualizzazione degli stimoli connessi alla diffusione dell’infiammazione da una parte all’altra dell’organismo.

A livello mondiale alcune popolazioni presentano un tasso di incidenza maggiore della Sarcoidosi, ad esempio nel popolo afro-americano, rispetto al resto dei soggetti appartenenti ad altre etnie. Tra le cause ipotizzate si trova invece un possibile coinvolgimento della genetica non ancora dimostrabile a livello scientifico.

I sintomi e i trattamenti della Sarcoidosi

Qual’è il corredo sintomatico più evidente in caso Sarcoidosi?
I vari sintomi possono variare a seconda dell’organo colpito. Nel caso dei polmoni i sintomi più frequenti integrano una ridotta tolleranza agli sforzi fisici, tosse secca, respirazione corta. La patologia infiammatoria interessante i linfonodi presenta un ingrossamento anomalo degli stessi nelle aree sotto al collo, al di sopra delle clavicole, al di sotto del mento, nell’area inguinale, sotto le ascelle.

La Sarcoidosi può interessare anche alcune manifestazioni cutanee come arrossamenti, arrivando alle articolazioni sotto forma di gonfiori e infiammazioni. Tra i sintomi meno evidenti si trovano la perdita di peso e gli eventuali stati febbricitanti. A livello di trattamenti farmacologici non risulta in alcun modo possibile prevenire la formazione della patologia infiammatoria.

La maggior parte dei trattamenti si basa sulla somministrazione di un farmaco cortisonico ai fini della prevenzione della fibrosi polmonare, cercando di apportare sollievo fisico, controllando e riducendo l’infiammazione, preservando le funzionalità dell’organo colpito. Le terapie si dimostrano particolarmente lunghe, protratte generalmente per almeno un anno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *