Cure e rimedi online fai da te: un pericolo in aumento

By | 2 Ott 2018

Internet è stata sicuramente una grande rivoluzione, una tecnologia che ha cambiato completamente il nostro modo di vivere e di relazionarci con gli altri. Tuttavia la rete non ha soltanto aspetti positivi, in quanto spesso è difficile valutare l’attendibilità delle informazioni presenti. Se su temi frivoli ciò non rappresenta un problema, invece su argomenti importanti come la salute può diventare un rischio molto serio.

Cure fai da te su internet: quali rischi si corrono?

Secondo alcune recenti ricerche almeno un italiano su due ricerca online soluzioni a problemi di salute. Nessuno vuole più aspettare il parere del medico, infatti soprattutto per i piccoli disturbi si cercano le informazioni direttamente online. Fin qui nulla di allarmante, basta recarsi successivamente dal proprio medico di famiglia e confutare la veridicità dei dati raccolti.

Il problema nasce invece quando oltre alle informazioni si cercano anche cure e rimedi veloci, soluzioni fai da te da preparare in casa o acquistare su portali di dubbia qualità. Non è insolito trovare su internet ricette di rimedi casalinghi per piccoli disturbi, malesseri e altri sintomi di lieve entità, con persone di cui non si conosce il titolo indicare prodotti e cure casalinghe in grado di alleviare rapidamente il dolore.

Ovviamente anche se alcuni rimedi possono sembrare innocui non bisogna abbassare la guardia, in quanto l’assunzione di sostanze e composti preparati in casa, senza nessun tipo di conoscenza medica, potrebbe causare malesseri, allergie e nel peggior dei casi portare a gravi rischi per la salute. Ecco che allora va bene consultare il web quando non ci sentiamo bene, ma non bisogna mai scambiare un consiglio con una ricetta medica.

Lo stesso vale per le diete fai da te, i rimedi per dimagrire, gli allenamenti sportivi e quant’altro abbia a che fare con la propria salute. I rischi sono molto elevati, basti pensare a strappi, cali di pressione, attacchi di cuore, reazioni allergiche, contaminazioni batteriche e alterazioni del proprio stato psicofisico.

Come usare il web in maniera intelligente

Naturalmente non è necessario smettere di usare internet per trovare informazioni, anzi. Spesso il web è una fonte inesauribile di conoscenza, infatti si possono trovare servizi di altissima qualità, portali istituzionali accreditati, blog tenuti direttamente da medici e associazioni di categoria e aziende che vendono i loro prodotti attraverso servizi di consulenza come avviene in farmacia o in erboristeria.

Tuttavia non bisogna abusarne. È fondamentale prima di assumere rimedi, di preparare ricette fai da te e seguire metodi di allenamento e rivolgersi sempre a uno specialista di quel settore, per valutare insieme le informazioni ricevute. Per esempio prima di intraprendere un’attività sportiva è importante consultare il proprio medico di famiglia, mentre per dimagrire è indispensabile conoscere il parere medico di un nutrizionista.

Dopodiché è possibile utilizzare il web per rimanere in contatto con il proprio specialista, oppure per comprare i prodotti consigliati dal medico ad un prezzo più conveniente. Prima di seguire qualsiasi indicazione presente online, in merito alla propria salute personale, è essenziale verificare le credenziali dell’interlocutore, sentire il parere di un medico e usare come sempre il buon senso, la nostra arma migliore per difenderci dai pericoli della rete.

Come riconoscere un sito affidabile?

Quando si parla di cure, rimedi e in genere di argomenti che hanno a che vedere con la nostra salute e benessere è fondamentale essere particolarmente scrupolosi. Come abbiamo visto si può usare internet per reperire informazioni, comprare prodotti e comunicare con degli specialisti, ma prima bisogna verificare l’autorità del titolare del sito o del blog.

Per farlo basta effettuare una semplice ricerca sul web, controllare il profilo della persona sui social network, richiedere informazioni all’ordine della categoria, analizzare la presenza di informazioni importanti come la partita IVA, lo studio medico, le recensioni dei pazienti e degli altri utenti. In ultima istanza è imporante verificare la veridicità delle informazioni confrontandole con quelle di siti istituzionali, oppure chiedendo al proprio medico di famiglia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *