in Sport

La Juve tiene lontano il Napoli, male il Milan a Sassuolo, Frosinone vicino alla salvezza

Serie A risultati 28esima giornata- I bianconeri passano 2-0 a Bergamo con l’Atalanta e Buffon sale a 836′ di imbattibilità,ad un passo dal record di Sebastiano Rossi, mentre i rossoneri perdono 2-0 a Reggio Emilia (capolavoro Duncan e Sansone). Magnifico il Frosinone che batte 2-0 l’Udinese e riapre la lotta salvezza (Daniel Ciofani e Blanchard): il Genoa si impone sull’Empoli (1-0 a Marassi, decide Luca Rigoni) e il Bologna impatta lo 0-0 interno con il Carpi.


Atalanta-Juventus 2-0
24′ Barzagli, 86′ Lemina

Juve solida e concreta, sono bastate una rete per tempo per tenere a bada una volenterosa Atalanta, ma poca roba, il Napoli torna dunque a -3. La Juve ha giocato una gara in solida, controllata, senza mai rischiare, mostrando la solita immensa concretezza che ormai la caratterizza da 5 anni. Dopo il vantaggio iniziale con Barzagli i torinesi hanno congelato la gara, sfruttando l’atteggiamento remissivo di un’ Atalanta ben disposta in difesa ma davvero poco incisiva davanti.La gara si chiude nel finale con un gol capolavoro di Lemina, dribbla 3 calciatori prima di concludere magnificamente di esterno destro.

Bologna-Carpi 0-0

Il Carpi dopo Torino esce indenne anche da Bologna, porta via un punto al Dall’Ara chiudendo sullo 0-0 e salvandosi nella ripresa dall’asfissiante attacco del Bologna,due clamorosi legni colpiti dai padroni di casa; Ma la salvezza resta un miraggio, soprattutto dopo la splendida vittoria del Frosinone contro l’Udinese. Gli uomini di Castori ora hanno 4 punti di distacco dalla formazione ciociara e 5 sulla salvezza, occupata dal Palermo, che però deve giocare questa sera contro l’Inter. Bologna che, dopo un primo tempo in sordina, si sveglia nella ripresa scatenando Giaccherini e Destro, rimasti però a secco.

Frosinone-Udinese 2-0
13’ D. Ciofani, 60’ Blanchard

Il miglior Frosinone della stagione tra il pubblico del Matusa sogna un incredibile  salvezza,male l’Udinese, risucchiata nuovamente nel vortice retrocessione. Decidono le reti  di Daniel Ciofani, che ha segnato 4 degli ultimi 6 gol ciociari, bel destro rasoterra angolato da fuori area su assist di Dionisi, si tuffa male il colpevole numero uno degli ospiti Karnezis. Ad inizio ripresa la gara viene chiusa da Leonardo Blanchard, che schiaccia di testa una punizione tesa di Pavlovic, sovrastando i due centrali friulani. Grandi prove anche per Oliver Kragl, tedesco avanzato sulla trequarti per la squalifica di Sammarco, e Luca Paganini, talentino ad ali spiegate fra recuperi, progressioni, sombreri e perfino una giocata “alla Zidane”.

Genoa-Empoli 1-0
48’ L. Rigoni

Il Genoa supera l’Empoli in un match che vale una buona fetta di salvezza per il Grifone. Le motivazioni dei padroni di casa fanno la differenza con unPandev rispolverato ad alti livelli, ma nel primo tempo manca la stoccata. In avvio di ripresa, Rigoni, servito dal neoentrato Cerci, segna il gol-partita. I toscani reagiscono con il palo di Mchedlidze e un diagonale a lato di Pucciarelli, ma escono sconfitti per la quarta volta di fila.

Sassuolo-Milan 2-0
27’ Duncan, 72’ Sansone

Al Mapei Stadium decidono l’eurogol del centrocampista scuola Inter Duncan e la zampata di Sansone: Milan sconfitto 2-0 dalla bestia nera Sassuolo e ridimensionato dopo i recenti e incoraggianti risultati. Per la banda Mihajlovic le posizioni che valgono l’accesso alle coppe europee si allontanano sempre più, mentre il Sassuolo dista ora sole tre lunghezze. Espulsi Mihajlovic e Defrel nel finale.

Scrivi un commento

Commento