Stol: significato ed utilizzo del termine in Italia e all’estero

di | 18 Feb 2019

L’acronimo Stol viene generalmente utilizzato all’interno del gergo verbale odierno sotto un’assidua frequenza insieme ad un’ampia varietà di altri acronimi. Il linguaggio dinamico degli ultimi anni si è progressivamente adattato e rinnovato alle esigenze quotidiane, andando ad abbreviare termini e modi di dire, basandosi sulla necessità di una comprensione estesa a tutte le lingue attraverso un solo termine, tra questi anche Stol.

Acronimo Stol: significato del termine

Il termine Stol si integra all’interno degli acronimi utilizzati nel linguaggio verbale di più paesi allo scopo specifico di indicare un’azione o un’evento preciso, in modo semplice, pratico e veloce. L’acronimo Stol garantisce inoltre una comprensione verbale estesa a più lingue diverse sotto una terminologia che può essere definita internazionale.

Ma che cosa significa Stol nelle sue vari forme di traduzione? La terminologia deriva dall’acronimo inglese ‘Short Take-Off and Landing’ la quale, nella forma letterale di traduzione italiana, si identifica in ‘decollo ed atterraggio corti’. L’acronimo Stol viene utilizzato soprattutto all’interno dei settori legati all’aeronautica, integrando tutti i velivoli progettati per sfruttare uno spazio di manovra e atterraggio particolarmente ristretto all’interno della pista.

In ambito aeronautico i dispositivi aeromobili progettati per uno spazio di manovra ristretto, Short Take-Off and Landing, si dimostrano in grado di adempiere alle attività di decollo e atterraggio senza incontrare problemi grazie alla loro particolare struttura, basandosi essenzialmente sull’aerodinamica al massimo delle sue potenzialità.

Aeromobili Stol: come funzionano

Gli aeromobili ai quali si riferisce l’acronimo inglese Stol si dimostrano in grado di sfruttare al massimo tutte le manovre adibite al decollo e all’atterraggio in prossimità di un’area particolarmente ristretta, una caratteristica invece impossibile per i grandi aerei di linea i quali necessitano di lunghezze e dimensioni maggiormente ampie rispetto ad una pista limitata.

Tutti gli aeromobili Stol sfruttano la funzionalità del quadrato della velocità di stallo, ovvero la velocità stessa di volo alla quale dovrà corrispondere la dimensione minima della pista al fine di poter assicurare le manovre necessarie al decollo e all’atterraggio. Sulla base di quanto appena riportato si basano tutte le progettazioni degli aeromobili corrispondenti all’acronimo Stol.

Gli aeromobili in questione si dimostrano particolarmente prodigiosi soprattutto nell’eventualità di un ostacolo presente sulla pista, riuscendo ad evitare il pericolo e a ridurre la propria velocità in breve tempo per un atterraggio privo di rischi. Tali mezzi vengono generalmente adibiti al trasporto di viveri e medicinali verso le popolazioni più remote dove le piste di atterraggio si presentano ristrette e spesso poco sviluppate, sfruttate soprattutto in luoghi quali Alaska e Canada.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *