Tastiera tedesca: com’è strutturata? Come impostarla ed utilizzarla

di | 20 Ago 2020

Forse non sono in molti a saperlo, ma la tastiera del computer che siamo abituati ad usare non è l’unica esistente: in commercio, infatti, si possono trovare diversi tipi di tastiera che variano tra di loro principalmente in base al tipo di lingua in cui si deve scrivere.

Questo vuol dire che, sui tasti, le lettere potrebbero essere disposte in modo differente, potrebbero riportare simboli e caratteri speciali diversi, e avere combinazioni di tasti che non corrispondono a quelli a cui siamo abituati.

In Italia solitamente utilizziamo un tipo di tastiera che si chiama Layout IT QWERTY, ma esistono anche la versione UK, americana, francese e tedesca, che è nello specifico quella di cui ci occuperemo in questa guida.

I diversi tipi di tastiera da pc

Come accennato nell’introduzione, in Italia siamo abituati ad utilizzare le tastiere disposte con il Layout IT QWERTY, con una determinata disposizione di lettere e caratteri speciali, ma in realtà esistono diversi tipi di tastiera.

La più diffusa a livello globale, e sempre più venduta anche in Italia, è la tastiera con il Layout US QWERTY o Internazionale: è molto simile alla nostra per quanto riguarda il mondo in cui sono disposte le lettere, con la differenza che è molto più completa. Nella tastiera americana, infatti, sono presenti molti più simboli, lettere in alte lingue, maiuscole già accentate e tutta una serie di opzioni che la rende perfetta per chi deve scrivere spesso in più lingue diverse.

Esiste una variante inglese di questo tipo di tastiera, il UK QWERTY, che è praticamente identica a quella italiana tranne che per la diversa posizione di accenti e punteggiatura.

La più complessa tra tutte le tastiere proposte, però, è sicuramente quella francese che utilizza il Layout FR AZERTY: come si capisce già dal nome, i francesi hanno scelto lo schema Azerty al posto del classico Qwerty, e quindi la disposizione delle lettere è totalmente diversa rispetto alla nostra, elemento che può portare una grandissima confusione. Inoltre, manca la possibilità di inserire direttamente lettere maiuscole e lettere accentate, il che rende l’utilizzo di questo tipo di tastiera ancora più ostico.

Per quanto riguarda i paesi di lingua tedesca, viene usata una variante del sistema Qwerty: si chiama Layout DE QWERTZ e, nonostante alcune differenze, risulta comunque più facile da utilizzare del layout francese.

Tastiera tedesca: caratteristiche e installazione

La lingua tedesca, rispetto a quella italiana, è davvero molto ricca di lettere accentate e, soprattutto, di caratteri speciali che sono necessari per poterla scrivere correttamente.

La differenza più grande, quindi, è che per fare spazio a questo tipo di lettere e segni particolari, molta punteggiatura non si trova nella stessa posizione rispetto alla nostra: per esempio, se noi abbiamo l’apostrofo sotto il punto interrogativo, nella tastiera tedesca al suo posto si trova la ß, oppure al posto delle nostre classiche lettere accentate – à,è,è,ò,ù – troviamo le vocali dieresi Ä, Ë, Ü.

La disposizione di lettere, invece, è identica quasi del tutto tranne che nel caso della Y e della Z, le quali si trovano in posizione invertita rispetto alla tastiera italiana.

Se avete a disposizione una tastiera tedesca, ma dovete scrivere in entrambe le lingue, è possibile impostarla in modo da passare da una all’altra facilmente: basta andare nella sezione delle tastiere nel Pannello di Controllo, selezionare l’opzione Cambia Tastiere e poi cliccare su Aggiungi. Nel pannello che si apre bisogna scegliere il layout che ci serve, scegliere la lingua e cliccare in sequenza Ok e Applica.

Al termine della procedura entrambi i layout saranno installati sul pc, e potremo passare da uno all’altro usando l’indicatore della lingua che si trova in basso a destra sulla barra dei comandi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *