Confini con la Renania: ecco quali sono i paesi attaccati

di | 15 Gen 2019

Geograficamente l’area della regione tedesca conosciuta con il nome di Renania, Rheinland in lingua tedesca,  non si può definire in modo chiaro, in quanto l’estensione del suo territorio arriva a toccare tutte e due le rive del fiume Reno e, dal 1950, inoltre ha anche subito un importante suddivisione in tre principali Länder tedeschi, ovvero la Renania Settentrionale-Vestfalia, la Renania-Palatinato e  lo Saarland.

OTTIENI SUBITO IL TUO PRESTITO

Per la Germania questo territorio ha una grandissima rilevanza, perchè nell’area della Renania Settentrionale-Vestfalia sono situati i più importanti giacimenti minerali che hanno aiutato, dando un contributo molto sostanziale, a far sviluppare a livello industriale la Nazione, mentre nell’area della Renania-Palantinato grazie alla presenza di zone che principalmente sono agricole si sono potuti piantare e coltivare molti vigneti di grande pregio.

Ma qual è la storia della Renania? E con quali paesi confine questa regione? Scopriamolo insieme in questo articolo.

La storia della Renania

Il territorio che oggi forma l’area della Renania, o più precisamente la Provincia del Reno, è nata nel 1824 grazie all’unione della Provincia di Jülich-Kleve-Berg con le Provincie che andavano a formare il Basso Reno, finendo poi con l’essere occupata e smilitarizzata nel 1919 dopo la sconfitta subita dalla Germania nella Prima Guerra Mondiale. Successivamente questo ha comportato che nel 1920 i territori appartenenti allo Saargerbiet oltre ad essere scorporati dalla Renania sono stati amministrati, fino al 1935, dalla Società delle Nazioni, mentre la regione dell’Eupen e quella del Malmedy sono passate sotto il controllo territoriale del Belgio, questa occupazione, terminata poi nel 1935 e che successivamente nel Marzo del 1936 ha consentito alla Renania di remilitalizzarsi violando in questo modo il Trattato di Versailles, è stata una delle conseguenze che hanno preceduto il Patto di Locarno stipulato nel 1925.

Grazie all’avento che ha consentito la rimitalizzazione alla Renania, facendo anche entrare i militari tedeschi sul territorio della Provincia del Reno per la prima volta dopo il Primo conflitto Mondiale e l’occupazione, ha comportato che per  la Germania i rapporti di forza in Europa sono girati in modo favorevole, riuscendo anche a sbloccare la politica di aggressione che fino a quel momento era rimasta bloccata dalla parte dell’Europa Orientale.

I paesi con cui confina la Renania

L’estensione del territorio Renania raggiunge una lunghezza pari ai 25.000 km e si trova nella zona occidentale della Germania, nella noza situata al Nord e collocata la Valle della Ruhr mentre nelle zone meridionali e orientali, ovvero quelle di Eifel, Taunus, Hunsrück e Westelwald, si presentano con un paesaggio principalmente collinare e le vallate sono attraversate dagli affluenti dei fiumi Mosella e Reno. Inoltre in Renania sono presenti anche molte città principali e sono le seguenti Wuppertal, Wiesbaden, Treviri, Mönchengladbach, Mannheim, Magonza, Ludwigshafen, Leverkusen, Krefeld, Clobenza, Essen, Düsseldorf, Duisburg, Colonia, Bonn e Aquisgrana, mentre i paesi confinanti con questa regione sono il Lussemburgo, la Francia e il Belgio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *