Abbigliamento mtb: quale scegliere? Opinioni e prezzi

di | 24 Feb 2020

Come per qualsiasi tipo di sport, anche il Mountain Bike necessita di un suo abbigliamento specifico: chi pratica MTB, infatti, ha infatti bisogno di particolari elementi e abiti tecnici che gli possano assicurare sia comfort durante la pedalata, sia un miglioramento della prestazione, sia un livello di sicurezza massima.

Le caratteristiche di un buon abbigliamento mtb

Un buon abbigliamento MTB necessita di caratteristiche molto specifiche: prima di tutto è molto importante che i capi di vestiario utilizzati abbiano una buona ventilazione, necessaria per non appesantire il corpo con abiti bagnati di sudore, e una protezione dai raggi UV, che invece serve a proteggere la pelle dal sole, oltre che una capacità elevata di asciugarsi rapidamente.

Sono tantissimi i brand che oggi si dedicano a produrre abbigliamento MTB, ma dai professionisti del settore viene sempre consigliata la linea RC Team del brand Scott, una marca conosciuta proprio per essere un leader del settore mountain bike, sia per la produzione di bici, sia per accessori e abbigliamento tecnico.

Prima di approcciare a questo tipo di sport ricordiamo che un abbigliamento tecnico per MTB di buon livello può essere piuttosto costoso: per un completo che comprenda tutti gli elementi principali, tra cui casco, scarpe, guanti e giacca, si possono arrivare a spendere anche più di 300 euro.

Come vestirsi per andare in mountain bike

Andiamo ora a vedere nel dettaglio quali sono gli elementi che non possono mancare nell’abbigliamento di chi vuole praticare MTB.

  • Casco. È fondamentale per proteggere la testa da cadute o eventuali ostacoli sul sentiero e per riparare parzialmente la testa dal sole. Per l’MTB il modello da scegliere è quello che presenta una calotta interna in polistirolo, una calotta esterna in materiale plastico o fibre, un aggancio sotto il mento e possibilmente una visiera.
  • Scarpe. Ne esistono di tre tipi: quelle con sistema a sgancio rapido, quelle per pedali flat e quelle ibride che combinano il meglio dei due sistemi. La scelta dipende in base al tipo di pedali montati sulla bici che si utilizza.
  • Guanti. Non sono un vezzo estetico, ma un vero e proprio equipaggiamento indispensabile, necessari per aver buona presa sul manubrio senza rovinarsi le mani, e in caso di caduta per proteggersi da eventuali ferite. Di solito hanno il palmo leggermente imbottito e possono essere a dita intere o a mezze dita.
  • Pantaloni. Qui entra molto in gioco la preferenza personale. L’importante è che, come abbiamo detto inizialmente, che siano fatti del tessuto tecnico corretto, che non ostacolino la pedalata, che calzino bene per non comprimere il corpo e che coprano bene la parte bassa della schiena.
  • T-Shirt. Vale lo stesso discorso dei pantaloni. Di là dal modello, è importante che sia traspirante, che abbiamo una zip cerniera al collo per dare aria nei tratti più impegnativi e che sia attillata ma abbastanza lunga sulla schiena per coprirla fino alla parte bassa.
  • Giacca. Più che calda, deve essere anti vento, anti pioggia, e sempre traspirante. Meglio se è di colori sgargianti per una questione di sicurezza e visibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *